Da non perdere

martedì 31 ottobre 2017

"La piccola libreria dei cuori solitari" - Annie Darling

Buongiorno Ragazze!☀💜
Oggi sono tornata con una nuova recensione di un romanzo che purtroppo, non mi ha entusiasmato troppo.
Titolo: La piccola libreria dei cuori solitari
Autrice: Annie Darling
Genere:Romanzo rosa 
Pagine:316
Prezzo:9.99 € e 15.12€
Formato: E-book e cartaceo
Data di pubblicazione: 18 Luglio 2017
Trama:Nel cuore di Londra c'è una piccola libreria chiamata Bookends. Per quanto vecchia e malandata, è sempre stata un fantastico mondo di storie e di sogni per Posy Morland, sin da quando era bambina. Fino a farle da casa e da famiglia. Ma ora che l'anziana proprietaria, Lavinia, è morta lasciandole in eredità il negozio, Posy si ritrova a fare i conti con la realtà insieme ai colleghi: restano solo pochi mesi per pagare i debiti, rilanciare la libreria e scongiurarne la chiusura. Posy avrebbe già un piano: farne il paradiso dei romanzi d'amore, il punto di riferimento per tutte le lettrici romantiche. Ma il nipote di Lavinia, Sebastian, imprenditore senza scrupoli, è convinto che puntare tutto sui gialli sia la strategia vincente sul mercato. Mentre tra i due la battaglia si fa sempre più accesa, Posy sfoga la propria collera nella scrittura. Pagina dopo pagina, intesse una trama di ambientazione ottocentesca dove tra i protagonisti - identici, guarda caso, a lei e Sebastian - scatta inaspettatamente la passione. E se la fantasia fosse già realtà? Nella vita, come nel romanzo, starà a Posy scegliere il finale.




Posy, dopo aver perso i genitori, si è fatta carico del fratellino Sam grazie anche all'aiuto di Lavinia. Ma quando Lavinia muore, crollano tutte le certezze che Posy aveva. L'appartamento nel quale vive insieme a suo fratello è di proprietà di Lavinia così come la libreria nella quale lavora. Quello che lei non sa peró è che il destino in serbo per lei una sorpresa: Lavinia le lascia in eredità la libreria per due anni,  In quel lasso di tempo potrà farci ciò che vuole, ridandole anche prestigio e fama di una volta, l'unico ostacolo da superare sarà il nipote di Lavinia, l'irritante e sgarbato Sebastian. Tra Posy e Sebastian scoppiano scintille ogni volta che si guardano, figuriamoci quando si parlano! Entrambi non si sopportano ma costretti dalle circostanze, devono convivere fianco a fianco, sorpassando i difetti di ciascuno. Ma cosa succederà tra i due? "Gli opposti si attraggono" oppure "I poli opposti si respingono"? Non vi svelerò nient'altro, dovrete leggere il romanzo per scoprirlo.
Non nego che ultimamente, i libri che leggo non mi conquistano al 100%, e in effetti nemmeno questo ci è riuscito.
Amavo l'idea che la protagonista avesse una libreria tutta sua, per di più di romanzi rosa, il genere che noi tutte amanti del romanticismo adoriamo. Ero pronta a farmi avvolgere dalla magia celata dietro a degli scaffali polverosi e manoscritti inediti, ma purtroppo, la scintilla per me non è scoccata.
Posy, essendo questo un romanzo molto veritiero, deve far fronte a tutti i problemi legati alla libreria e ai libri, cose che ultimamente stanno svanendo nella nostra realtà, però avrei pensato che, tra un problema e l'altro la storia fosse più movimentata. Invece no, piatta come una tavola da surf. Le uniche parti allegre ed esilaranti sono le battute che si scambiano i due protagonisti principali che all'inizio si odiano proprio, ma dopo sapranno trasformare l'odio in qualcos'altro, ed il romanzo che Posy scrive su di lei e su Sebastian "Sedotta da un libertino", un romanzo storico.
La storia sarebbe stata anche carina, ma in primis sono i personaggi a non convincermi. 
Posy è una ragazza troppo rigida, troppo schematica e quadrata per capire realmente cosa le sta succedendo intorno, mentre Sebastian è davvero odioso e dispotico. Credo di non aver mai incontrato un personaggio maschile più scontroso e sgarbato di lui e l'ho odiato per metà del romanzo, soprattutto quando chiamava Posy per cognome.
Insomma, non mi ha conquistato questo romanzo, soprattutto perché non c'è una vera e propria storia d'amore nascosta tra le sue pagine, anzi, ancora non ho capito di cosa si tratta. 
Forse sarà più apprezzato da chi ha un'anima bianca e linda, ancora in ossidata dal tempo, dalla vita quotidiana e purtroppo dalla realtà.
Io leggo perché vorrei distrarmi da tutto ciò che mi circonda e per sognare un amore vero e travolgente. Purtroppo in questo romanzo, nessuno dei miei due desideri ha trovato radici.
Ma come dico sempre, le seconde possibilità non si negano a nessuno, perciò leggerò senz'altro qualcosa di nuovo di quest'autrice!

Rainy Girl ❤ 

1 commento:

  1. nonostante non ti abbia convinto io credo andrò lo stesso a sbatterci la testa da sola. Dopo aver letto "Quando l'amore nasce in libreria", "lo strano caso dell'apprendista libraria" e " la piccola libreria sulla Senna" l'ambientazione della libreria a definitivamente fatto breccia in me e quell'aspetto forse troppo realistico che mi pare non ti sia piaciuto mi intriga abbastanza .... se non hai letto i libri che ho nominato te li consiglio tantissimo potrebbero forse piacerti più di questo

    RispondiElimina